mercoledì 11 giugno 2008

Vecchio come Piero Angela


Ok, parliamone. È ufficiale: sta per uscire Quark XPress 8.
Dallo store Quark, l'acquisto di XPress 7 (l'ultima versione disponibile, per ora: l'aggiornamento alla 8 è, apparentemente, gratuito) costa la bellezza di 1349,00 euro.
Con Adobe, per 2199,00 euro mi porto a casa la Creative Suite Design Premium, che contiene la bellezza di 10 software: InDesign, Photoshop, Illustrator, Flash, Fireworks, Dreamweaver, Acrobat 9, Bridge, Version Cue, Device Central.

Che uno dice: beh, chissà XPress 8 quanti vantaggi mi darà. Vediamo dunque le principali novità, come riportate da Draft.it.
- Layout della pagina semplificato dalla funzione di trascinamento (come in InDesign)
- Tipografia sotto il totale controllo dell’utente con l’applicazione di caratteri fuori margine e griglie della linea di base avanzate (come in InDesign)
- Importazione di file Illustrator nativi e nuovi strumenti di illustrazione (ah beh)
- Strumenti di authoring Flash incorporati (toh! Il ventunesimo secolo!)
- Equivalenti da tastiera comuni a quelli di Illustrator e Photoshop (chissà se InDesign ce l'ha)
- Stili oggetto e Cerca/Cambia oggetto (come in InDesign)
- Stili di output adatti ai workflow di PDF, incluso PDF/X e PDF/X PLUS (come in InDesign)
- Funzioni di editoria globale (che poi chissà che vuol dire).

Complimentoni! Di questo passo, si rischia di far la fine di Macromedia (nessun errore in questo link, badate bene).

3 commenti:

Sean ha detto...

Beh, mi sa proprio che non ne venderanno una vagonata! Comunque, parlando della Creative Suite Design Premium: ma perchè in America costa 1,799 dollari e in Italia invece 2.638,80 euro (IVA inclusa)??? C'è sempre qualcosa che non mi torna...

100% FAKE ha detto...

ufficialmente l'aumento di prezzo, come per le versioni precedenti, è dovuto alla trasposizione in lingua della versione originale inglese.
l'inglese (arrotondando) costa 1160,00 euro e la versione italiana 2640,00: alla faccia del dollaro debole.
la soluzione è: facciamoci assumere dallo studio che si è beccato quasi 1500,00 euro a Suite per le traduzioni!

Endaica ha detto...

fortuna che per sistema operativo e applicazioni, l'italiano è spesso fuorviante e mi vien da usare le versioni originali in inglese.. in quanto a xpress.. beh devo aver già scritto da qualche parte cosa ne penso! Riesumassero Freehand, altro che quella cariatide di xpress. Per alcune cose il vecchio caro Freehand la dà in barba a Illustrator e InDesign (velocità e intuitività di utilizzo su tutto)!