martedì 8 aprile 2008

Lunga vita a XP

Oggi Microsoft ha annunciato che il successore di Vista, Windows 7, uscirà probabilmente nel 2011, e in due versioni distinte a 32 e 64 bit: questione risolta con 4 anni di anticipo da Leopard. Il nome in codice di Windows 7 sarà Blackcomb: peccato perchè Crackbomb sarebbe stato più divertente. Wow.

Nonostante Vista nelle sue decine di emanazioni abbia ormai compiuto un anno di vita, Microsoft ha dichiarato che XP continuerà ad essere venduto sugli scaffali fino al 30 giugno 2008, installato nei computer a basso costo fino al giugno 2010, e le licenze saranno comunque disponibili per i piccoli rivenditori fino a gennaio 2009. Wow.

La scorsa settimana un amico si è comprato un portatile nuovo. Era attirato da Apple, certo, ma alla fine ha ripiegato su un Asus con, naturalmente, Windows Vista. La prima cosa che ha fatto, appena arrivato a casa, è stata partizionare l'HD e installare Windows XP: "Perchè su XP i programmi girano, ho già tutti i driver e il sistema operativo non mi mangia l'80% della memoria". Wow.

Windows XP è stato rilasciato la prima volta il 25 ottobre 2001, cioè è un sistema operativo vecchio di 6 anni e mezzo. In Apple nel 2001 si passava da OS9 a OSX e nascevano i primi iPod: non so voi, ma a me sembra un secolo fa.

2 commenti:

Mr.Frost ha detto...

...e secondo me, il dramma è che tutta questa sfiducia degli utenti Microsoft stessi nei confronti di VIsta, giustificata o meno che sia, "rallenta" l'evoluzione informatica del 91% del mondo (stando ai market share attuali)...

...non sanno cosa si perdono...io non riuscirei a convivere con un sistema operativo che mi fa tremare all'idea di aggiornare...

100% FAKE ha detto...

d'accordissimo: ma temo che a gran parte del mondo apple, tutto sommato, vada bene così. ne parlerò in un prossimo post (appena ho tempo per scriverlo!): di come apple sia tale anche perchè è un mercato di nicchia, che vive di numeri piccoli ma di alta qualità e che forse, chissà, se diventasse un prodotto di massa forse si ridurrebbe come microsoft... o forse mi sbaglio io. in ogni caso, grazie per essere un appler e grazie per essere passato di qui!