martedì 21 aprile 2009

Vituperabili whiskey

Dopo aver letto "The Quick Brown Fox Jumps Over The Lazy Dog", non ho potuto fare a meno di perdermi in un paio di ricerche assolutamente inutili sul tema. La frase, è ben noto a tutti, è un pangramma, ovvero la frase di senso compiuto più breve che contenga tutte le lettere di un alfabeto (quello inglese, in questo caso). La si usa come test tipografico sin da fine '800, per visualizzare l'aspetto dell'intero set di caratteri di un determinato font: è la frase di default, per intenderci, di software come Linotype FontExplorer.

Esistono tuttavia altri pangrammi in lingua inglese. The quick brown fox jumps over the lazy dog contiene 35 lettere (sono infatti ripetute le lettere T, E, H, O); molto meglio il televisivo Joaquin Phoenix was gazed by MTV for luck, di sole 34 lettere; ancora più in basso troviamo Pack my box with five dozen liquor jugs (32) e l'esoterico Sphinx of black quartz, judge my vow (29).

Si può arrivare alle 26 lettere esatte, quindi al cosiddetto pangramma eteroletterale, solo tralasciando il senso compiuto: ad esempio in Cwm fjord bank glyphs vext quiz o Junky qoph-flags vext crwd zimb. Ci sono delle belle liste di pangrammi in lingua inglese qui e qui.

Divertente anche questo lunghissimo tentativo di autogramma, cioè di pangramma autodescrittivo (è di Rudy Kousbroek, pubblicato nel 1984): This Pangram contains four a's, one b, two c's, one d, thirty e's, six f's, five g's, seven h's, eleven i's, one j, one k, two l's, two m's, eighteen n's, fifteen o's, two p's, one q, five r's, twenty-seven s's, eighteen t's, two u's, seven v's, eight w's, two x's, three y's, & one z.


Vediamo che succede nella lingua italiana. Il più famoso pangramma sembra essere Quel fez sghembo copre davanti (26), che con sole 5 ripetizioni contiene le 21 lettere dell'alfabeto senza le straniere J, K, W, X, Y. C'è tuttavia anche Pranzo d'acqua fa volti sghembi (26), anche se meno comprensibile. Il riadattamento del pangramma inglese, Ma la volpe col suo balzo ha raggiunto il quieto Fido, arriva addirittura a 43 lettere. Più interessante il tentativo Fu questa volpe a ghermir d'un balzo il cane (35).

C'è anche chi ne fa un gioco, come Bartezzaghi su La Repubblica, che seleziona i migliori pangrammi inviati dai lettori tipo Tagliando di qua ho fatto Venezia-Brescia in un lampo (44) o Avrà spazio qualche furbo, indegnamente (34). All'inizio degli anni '80, Umberto Eco scova un bel pangramma eteroletterale: Tv? Quiz, Br, Flm, Dc... Oh, spenga! (ovviamente, 21) a cui aggiunge, qualche anno dopo, l'italianissimo Berlusconi? Quiz, tv, paghe da fame (27).

Per introdurre anche le lettere straniere dobbiamo arrivare a Quel vituperabile xenofobo zelante assaggia whisky ed esclama: alleluja! (62), lunghissimo ma geniale. Zoppicano invece nel significato i tentativi di abbassare il numero di lettere necessarie: Nel Quebec zio John postava: W Eddy Merckx in fuga! (40) o Pago "X Factor", Dj, quiz? Male. Bevo un whisky! (33).


E ora non dite che non avete di che personalizzare la schermata del vostro font manager!

6 commenti:

CyberLuke ha detto...

Uhm... interessante.
Non troppo, ;) ma interessante.
Ma tu lo usi il generatore di testo di XPress?

100% FAKE ha detto...

No! InDesign per sempre! :)

CyberLuke ha detto...

Uhm... mi piacerebbe, un giorno, vedere un bel confronto Xpress>InDesign.
InDesign non lo conosco, quindi io non posso farlo...

100% FAKE ha detto...

Guarda: io ho lavorato per 4 anni con Xpress (dalla versione 4 alla 6), quando mi occupavo particolarmente di editoria: questo per dire che lo usavo veramente TANTO.
Poi sono passato ad InDesign (era ancora la 1.0, per capirci, ben prima di qualunque CS), e l'abisso è stato enorme.

IMHO, in una ipotetica sfida, InDesign darebbe la merda a Xpress: per l'integrazione con gli altri software Adobe, per l'abbondanza di opzioni, per la facilità di importazione ed esportazione, per la gestione dei multidocumenti con l'opzione Libro, e per mille altri motivi.

CyberLuke ha detto...

Me lo state dicendo in molti.
E forse, un giorno salterò anch'io il fossato.
Il mio problema, paradossalmente, è che ID offre fin troppe opzioni... e Quark è così essenziale, veloce, reattivo. E finora ci ho fatto tutto quello che ho sempre voluto... tranne, forse, il testo con bordo colorato.
Ma, non lavorando alle edizioni Cioè, non è un grosso handicap. ;)

Giorgio Weiss ha detto...

Forse ti è sfuggito il mio: "Un jockey ristampa vecchi quiz col fax d'un bowling" che impiega ben 42 lettere ma non è "zoppicante" e usa soltanto vocaboli compresi nel vocabolario italiano, come da regolamento. Giorgio Weiss