venerdì 17 aprile 2009

Autocompiaciamento a mandorla

A volte, si sa, i clienti non ti lasciano fare esattamente quello che vorresti: il font troppo moderno non si legge, questa nobilitazione costa troppo, mi piace il formato A4 perchè lo fanno tutti, fammelo bianco e nero così lo mando via fax.
Fortunatamente, c'è una certa fetta di lavori squisitamente personali, che si possono progettare, creare e stampare in piena libertà, consci di poter applicare quelle soluzioni che raramente capiterà di usare per altri clienti.

È il caso del primo cd del mio gruppo, Tokio Conspiracy, genere art rock. Vi risparmio qualunque disquisizione musicale (non è questo il luogo) per presentarvi il risultato del lavoro. L'idea alla base di tutto era di creare un packaging interessante, con il giusto tocco di stile orientale (che, sebbene per nulla influente in termini musicali, viene necessariamente richiamato dal nome Tokio), riuscendo a costruire singole confezioni sempre diverse, sorprendenti e non in serie. La confezione completa è composta da:


Case
Stampato su Macedonia Rosso Fuoco 300 gr, fustellato con due tasche interne, semplice rilievo a secco sul fronte. Sul retro, un adesivo contiene tutte le informazioni necessarie per la SIAE e la numerazione (rigorosamente a mano) delle singole copie.

Booklet
Il libretto è stampato in solo nero su Macedonia Rosso Fuoco 80 gr., piegato a fisarmonica e poi a metà. Una volta aperto, sulla bianca ha tutti i dati necessari (credits, tracklist, nomi, eccetera) e sulla volta un grande poster in quattro soggetti diversi che, avvicinati tra loro, formano un'unica immagine più grande ispirata a "La grande onda" di Hokusai. Naturalmente, devi avere il culo di comprarti quattro cd diversi per vederla intera.


Kanji
Ideogrammi stampati in formato biglietto da visita: ogni confezione ne contiene uno diverso (ci sono 13 soggetti), rappresentano ciascuna delle 9 canzoni del disco più il numero Uno, la Musica, la Cospirazione e l'Idea.

Disco
Sulla tasca destra, ovviamente, il disco vero e proprio. Label nera semplice, testi bucati sul nero sfruttando l'aspetto metallico del disco al naturale. Purtroppo sono in produzione e non ho foto da mostrarvi.

Ufficialmente il disco esce il 9 maggio e anzi: se per caso passate dalle parti di Verona quella sera, venite al concerto/presentazione e fatevi riconoscere.

6 commenti:

spumone ha detto...

non sapevo suonassi...comunque gran bel lavoro, complimentoni!

Roberta la Dolce ha detto...

Caspita, dalle foto sembra un lavoro eccellente.
Quando si riesce a collaborare con lo stampatore, si possono fare cose fantastiche.

Damiano ha detto...

veramente bello!

CyberLuke ha detto...

Un lavoretto di classe.
Bravo.

100% FAKE ha detto...

Grazie mille a tutti!

TurboSchlumpf ha detto...

Ottimo lavoro.
Io compro CD. Non ho mai scaricato un brano da itunes. E se scarico un torrent è per valutare il materiale che poi... COMPRO.
Il booklet, il case, il digipack.... e prima ancora il vinile con il suo inlet e copertina fanno parte della musica e del mio rituale di ascolto. Avere musica solo in digitale, per me, è come non averla.

Dove reperisco il tuo CD?