lunedì 16 giugno 2008

Il secolo dell'advertising

Tra il 1900 e il 1999, è innegabile, l'advertising, il marketing, la pubblicità e la grafica in genere hanno subito un vero e proprio decollo iperbolico. Complici la diffusione della stampa e della tv, il benessere dei paesi occidentali che ha permesso nuovi consumi, il mercato internazionale, internet. A compilare una classifica dei migliori episodi dell'advertising ci ha pensato nel 1999 Advertising Age, con un'interessante raccolta stampata ("The century of advertising", appunto) e relativo sito on-line. La lista è stata compilata in un anno, attraverso stretti dibattiti e discussioni tra editori e giornalisti di AdAge, ed è divisa in quattro categorie: Top 100 Adv Campaign, Top 100 People, Top 10 Jingles, Top 10 Slogans, Top 10 Icons. Il risultato è discutibilissimo, ben inteso, come la maggior parte delle classifiche in qualunque settore: propende un po' troppo, a mio avviso, per la storicità di certi adv (importanti per aver tracciato nuovi orizzonti) più che per l'effettiva efficacia comunicativa; non dimentichiamo anche che la classifica è stata redatta negli USA, e molte campagne da noi non le abbiamo nemmeno sentite nominare. Ma tant'è.

Top 100 Advertising Campaigns:
1. Volkswagen, "Think Small", Doyle Dane Bernbach, 1959
2. Coca-Cola, "The pause that refreshes", D'Arcy Co., 1929
3. Marlboro, "The Marlboro Man", Leo Burnett Co., 1955
Nike è al quarto posto, i diamanti di DeBeers al sesto, Apple al dodicesimo.

Top 100 Slogans:
1. Diamonds are forever (DeBeers)
2. Just do it (Nike)
3. The pause that refreshes (Coca-Cola)

La categoria Top 10 Icons la vince invece Marlboro Man, seguito a ruota da Ronald McDonald: due vere icone della salute.

Interessantissima per farsi una cultura anche la Timeline redatta da AdAge, che sintetizza la storia dell'advertising: a partire dal 1704 col primo annuncio pubblicitario sul Boston Newsletter, per terminare con il successo dell'adv su Internet, che nel 1999 sfondava quota 2 miliardi di dollari.

3 commenti:

Sean ha detto...

Vi prego, ditemi che non sono l'unico a pensare che "Think different" valga un pochino di più di "The pause that refreshes"!

100% FAKE ha detto...

Infatti. La nota campagna Apple è durata fino alla fine degli anni '90, strano che non sia stata inclusa nella classifica... ci sarà lo zampino di qualche Windowsiano :|

Jacopo ha detto...

Ciao, bello il tuo blog, ti volevo invitare su www.link2me.it!